Il tuo 5×1000 a MASTRO PILASTRO

Nel 2020 hai tempo fino al 30 settembre per fare la dichiarazione dei redditi (modello 730 o modello UNICO) o presso un CAF o usando e accettando la precompilata caricata sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Puoi decidere di donare il tuo 5×1000 alla nostra associazione, sostenendo i numerosi progetti che abbiamo sul territorio del nostro rione, il Pilastro. (A questo link puoi trovare maggiori info su cosa sia il 5×1000).

Come fare?
Devi solo indicare il nostro codice fiscale 91387730376 nell’apposito spazio.

Se hai bisogno di informazioni contattaci senza problemi a bologna@mastropilastro.it o scrivici su WhatsAppm al 339/3389448.

Mappa di comunità del Pilastro. Disponibile da oggi la versione digitale.

E’ finalmente uscita la versione digitale della mappa di comunità creata da Mastro Pilastro per raccontare i vari aspetti e le varie realtà organizzative, culturali e sociali del rione Pilastro.

Stampata nell’inverno del 2017 oggi la mappa arricchita di una strumento aggiuntivo, la mappa degli autobus per permettere una maggiore comprensione della viabilità sul territorio, è disponibile nei formati .jpg e .pdf in italiano e in inglese.

(Jonathan Mastellari)

Versione .jpg

Mappa di comunità – versione inglese – fronte

Mappa di comunità – versione inglese – retro

Mappa di comunità – versione italiana – Fronte


Mappa di comunità – versione italiana – retro

Mappa degli autobus

Tour sociale e culturale del rione Pilastro – #PILAR / Bologna Estate 2020 – 25 luglio 2020 (10.45 – 12-15)

All’interno del progetto PILAR – Il Pilastro incontra la città, finanziato dal Comune di Bologna e inserito all’interno degli eventi di Bologna Estate 2020, l’associazione IAM – Intersectionalities And More in collaborazione con l’associazione di comunità Mastro Pilastro, organizzano un tour alla scoperta del lato sociale, culturale e attivista del rione Pilastro e alla scoperta della mappa di comunità creata dall’associazione Mastro Pilastro.Il tour è gratuito e accessibile a tutti i tipi di motricità:E’ indispensabile la prenotazione causa numero limitato di posti e per poter rispettare al meglio le normative dovute al COVID19.Durante il tour è indispensabile l’uso della mascherina.RITROVO
ore 10.30 davanti la farmacia del Centro Commerciale Pilastro

PER PRENOTAZIONI
Whatsapp: 3393389448
MAIL: intersectionalitiesandmore@gmail.com


Vicini o distanti?” Laboratorio di Teatro dell’oppresso a cura di FucsiaTeatro – PILAR – #BolognaEstate2020

Il teatro dell’oppresso (TDO) è un metodo teatrale che può essere svolto da chiunque, anche da chi non ha nessuna esperienza nel teatro o da chi non crede di avere una buona espressività o dimestichezza con il proprio corpo.Il laboratorio, totalmente gratuito e adatto ad ogni tipo di motricità, ha l’obiettivo di discutere sulle dinamiche del vicinato, sia di abitazione che di spazi comuni pensando a come ri-pensare la condivisione degli spassi, i dissapori e i contrasti, grandi o piccoli che siano.


Insieme a IAM – Intersectionalities And More e al suo progetto teatrale Fucsia Teatro abbiamo deciso di parlare di questo tema poiché lo riteniamo molto attuale in questo periodo storico dove il vicinato è stato potenzialmente sia una risorsa ma anche una condivisione di spazi forzata.Ogni incontro si apre e si chiude nel medesimo incontro quindi non è indispensabile la partecipazione a tutti e tre gli incontri anche se cercheremo di seguire un filo conduttore che ci permetta di approfondire sempre di più la tematica.Gli incontri sono adatti a persone con qualsiasi tipo di motricità e viene svolto in un luogo accessibile per persone con disabilità fisica di vario tipo.

Conducono i formatori Gaia Chon e Jonathan Mastellari.

L’incontro è all’interno del progetto PILAR – Il Pilastro incontra la città nel calendario di Bologna Estate 2020 con il patrocinio e il sostegno del Comune di Bologna.

Punto di incotro: ore 18.45 alla fermata del bus 20, 35 o 93 (direzione verso il centro storico)Prenotazione obbligatoria con mail a intersecionalitiesandmore@gmail.com o con WhatsApp 339/3389448.

Assemblea dei soci e delle socie – 27 giugno 2020

E’ convocata l’assemblea dei soci e delle socie dell’Associazione Mastro Pilastro APS per lo sviluppo e servizi di comunità in prima convocazione il giorno 27 giugno 2020 alle ore 9.00 presso la sede sociale sita in Bologna in via Pirandello 24, in seconda convocazione il giorno 27 giugno 2020 alle ore 14.30 presso la sede sociale sita in Bologna in via Pirandello 24.

al fine di deliberare e discutere sul seguente ordine del giorno:

  1. relazione del Presidente sulle attività svolte dall’Associazione nei quattro anni di attività;
  2. approvazione del rendiconto al 31 dicembre 2018 e 2019 e delibere conseguenti;
  3. elezione dei membri del Consiglio Direttivo;
  4. aggiornamento sulle attività in avviamento nel 2020, in particolare progetto “Arboreto per tutti” e il progetto “Memoria Pilastro”;
  5. varie ed eventuali

    La presidentessa
    Tiziana Zullo


    Per informazioni e comunicazioni:
    bologna@mastropilastro.it
    339/3389448 (WhatsApp)

Al via lo sportello di ascolto al Pilastro riguardante COVID19

Se abiti al Pilastro o nelle zone limitrofe e hai bisogno di un qualsiasi supporto legato all’emergenza da COVID19, Mastro Pilastro organizza uno sportello di ascolto e di orientamento ai sussidi.

Il progetto fa parte delle iniziative messe in campo dalla rete di associazioni cittadina “Don’t panic” per fronteggiare dal basso la situazione di crisi nata durante il lockdown.

Esseno il PIlastro un rione piccolo dove molte persone si conosco sappiamo che spesso potrebbero sorgere timori nel contattarci per paura che la situazione personale circoli nel territorio. Garantiamo la massima privacy e comprendiamo l’eventuale difficoltà nel raccontare la propria situazione personale.

Potete mandarci una mail a:
bologna@mastropilastro.it
o scriverci un whatsapp o chiamarci al 339/3389448.

Al via uno sportello di ascolto e

Un “carrello sospeso” per il Pilastro

Le realtà associative del territorio unite nell’iniziativa solidaleper sostenere le famiglie in difficoltà durante l’emergenza post covid-19

Dal 14 maggio sarà possibile donare generi di prima necessità al punto vendita Coop Alleanza 3.0 nel Centro commerciale  Meraville

Parte il 14 maggio a Bologna l’iniziativa #CarrelloSospeso Emergenza Covid -19, una raccolta di beni e alimenti di prima necessità per famiglie in difficoltà individuate e segnalate dai servizi sociali comunali.

Mastro Pilastro, Legambiente l’Arboreto, Circolo La Fattoria , Virgola,  Atlas ASD, Emergency Bologna, Auser Bologna, Senza il Banco, La Ciammaruca, Casa Famiglia Pamoja, Al Ghofrane e Centro Documentazione Handicap-CDH, sono le associazioni che operano al Pilastro che hanno deciso di scendere in campo e organizzare questa iniziativa solidale.

L’importanza di fare rete, soprattutto in questo momento in cui le relazioni sociali sono messe a dura prova a causa dell’emergenza sanitaria, è stata la molla che ha fatto scattare l’iniziativa, con l’intento di offrire un contributo concreto del mondo del volontariato del Pilastro a chi, più di altri, sta pagando le conseguenze di una crisi senza precedenti.

L’iniziativa  ha il supporto e la collaborazione anche di importanti realtà pubbliche territoriali  quali l’Agenzia Locale di Sviluppo Pilastro – Distretto Nord Est, i Servizi Sociali del Comune di Bologna, l’Ufficio Reti e lavoro di Comunità del Quartiere San Donato-San Vitale.

Una campagna di solidarietà pensata e voluta per sostenere le famiglie che in questo momento di emergenza post Coronavirus si trovano in difficoltà. Un carrello solidale a cui tutti potranno contribuire per fornire un piccolo sostegno alla propria comunità. I prodotti donati saranno raccolti dai volontari delle associazioni promotrici e distribuiti alle famiglie in difficoltà, individuate e segnalate dai servizi sociali comunali.

Pane, pasta, alimenti in scatola, prodotti igienici: questi alcuni dei prodotti che potranno essere donati dai clienti del punto vendita Coop di via Tito Carnacini 57 (Centro Commerciale Parco Meraville). Basterà aggiungerli alla propria spesa e lasciarli poi nel carrello posizionato all’uscita del negozio. La Coop Alleanza 3.0 ha garantito un indispensabile supporto all’iniziativa confermando così  il suo impegno nelle tante  attività solidali realizzate e in corso in questa emergenza Covid -19.

Venerdì 24 gennaio ore 18.00. Il Pilastro si mobilita per ridare voce ai nostri spazi

Riportiamo anche noi il comunicato stampa riguardante l’incontro di domani pomeriggio al quale anche Mastro Pilastro aderisce dopo i fatti che hanno toccato negli scorsi giorni il nostro territorio.

Come cittadini e cittadine e come associazione, vogliamo ridare voce al nostro rione sentendo il bisogno di reagire.

Vi aspettiamo!

In questi anni associazioni, singoli cittadini, istituzioni scolastiche, Quartiere San Donato – San Vitale, Comune di Bologna e forze dell’ordine si sono impegnate fortemente per migliorare la qualità  del territorio e la vita delle persone. Molti progetti sono stati realizzati e ci sono ancora tante cose da fare; il Pilastro ha tante eccellenze, un tessuto civico forte e una tradizione di dialogo tra cittadini ed istituzioni.
Nessuno nega i problemi ma è importante affrontarli insieme. E questo lo stiamo farcendo. Per percorrere insieme la faticosa strada del riscatto anche da tanti pregiudizi.
Non abbiamo bisogno di racconti caricaturali e di passerelle che incitino allo scontro sociale. Abbiamo bisogno invece di una politica che faccia proposte serie e di progetti di collaborazione civica che possano aiutarci a risolvere i problemi del nostro territorio, consolidando la cultura della legalità  democratica, del rispetto e della solidarietà .
Per condividere insieme un’dea di Pilastro che ogni giorno lotta per la rinascita civica ci troveremo il 24/01/2020 alle 18.00 nel parco Mitilini – Moneta – Stefanini zona Biblioteca Spina.
Invitiamo i cittadini e le cittadini del rione a partecipare insieme a noi.

Il geocaching arriva al Pilastro grazie a Mastro Pilastro

Il geocaching arriva al Pilastro.

Grazie all’esperienza del geocacher Andrea Moreschini, Mastro Pilastro ha posizionato una geocache all’interno del Parco Arboreto.

Abbiamo deciso di aderire a di portare questa disciplina sul nostro territorio, sia perché pensiamo che questa disciplina sia particolarmente interessante e meriti di essere più conosciuta, sia perché pensiamo sia un utile strumento per far conoscere il nostro territorio agli e alle amanti del geocaching, per noi una forma di turismo responsabile.

Ma che cos’è il geocaching?
Come ci spiega Wikipedia il geocaching è:

“un tipo di caccia al tesoro che nasce nel 2000, in cui i partecipanti, detti geocacher, usano un ricevitore GPS per nascondere o trovare dei contenitori di differenti tipi e dimensioni. Questi contenitori sono chiamati geocache o più semplicemente cache. Un cache può avere svariate dimensioni o essere di vari tipi, ad esempio può essere un contenitore da frigorifero. All’interno del cache si deve trovare sempre almeno un logbook, ossia un piccolo blocco note sul quale il geocacher lascia un segno del passaggio sotto forma di firma o anche di un commento. Solitamente, oltre al logbook, si trovano anche oggetti di scarso valore (piccoli giocattoli, gadget, monetine, ecc), qualche volta anche una macchina fotografica usa e getta che viene utilizzata per scattarsi una fotografia ricordo.”

Cosa fare per partecipare?
Per cominciare ad essere un geocacher e scoprire anche la geocache al Pilastro potete iscrivervi al sito www.geocaching.com per visualizzare la posizione esatta della scatola dai noi posizionata presso il Parco Arboreto e cominciare la vostra caccia al tesoro. Inoltre per chi utilizza un dispositivo Android, consigliamo di scaricare l’app gratuita “c:geo” per poter cerare le geocache nei dintorni. Per chi dispone di un dispositivo IOS è disponibile soltanto l’app ufficiale Geocaching che però agli utenti con l’iscrizione base consente di cercare solo le geocache più facili, ma non preoccupatevi perché la cache del Pilastro rientra tra queste.

Geocacher siete da oggi benvenuti e benvenute al Pilastro!

Andrea Moreschini al posizionamento della geocache al Parco Arboreto

Mastro Pilastro alla Scuola Romagnoli per donare la mappa di comunità agli e alle studentesse

Oggi i nostri membri del direttivo Jonathan Mastellari e Susi Realti hanno fatto visita allaa scuola elementare Dino Romagnoli del rione Pilastro dove hanno potuto incontrare le quinte elementari e alcune classi delle medie per donare ad ogni studente e studentessa la mappa di comunità creata da Mastro Pilastro in collaborazione con “Il blog del Pilastro“.


Un’occasione per far conoscere ai bambini e alle bambine e a tutto il personale scolastico il lavoro svolto nel territorio da Mastro Pilastro e da tutte le altre realtà associative in questi anni e far conoscere uno strumento pratico come la mappa (che ricordiamo è scaricabile da questo sito ed è disponibile anche in inglese).

Oltre alle copie per ogni alunno è stata inoltre donata alla biblioteca interna al plesso scolastico una copia del libro “Febbre” di Jonathan Bazzi presentato al Centro Commerciale Pilastro lo scorso settembre all’interno del nostro progetto “PIL – Un’estate al Pilastro” e premiato di recente da Fahrenheit di Radio 3.

AISO pubblica il report della “Scuola di storia orale” al Pilastro

AISO (Associazione Italiana di Storia Orale) pubblica sul proprio sito il report a firma di Monica Palacios della Scuola di storia orale che si è svolta a Bologna lo scorso 20 e 21 settembre organizzata da Mastro Pilastro insieme ad AISO dal titolo “Nel paesaggio della città : le voci, gli sguardi, gli archivi. 1ª scuola di storia orale nei quartieri di Bologna (20-21 settembre 2019)“.

Cliccando qui potete leggere l’articolo.