Il geocaching arriva al Pilastro grazie a Mastro Pilastro

Il geocaching arriva al Pilastro.

Grazie all’esperienza del geocacher Andrea Moreschini, Mastro Pilastro ha posizionato una geocache all’interno del Parco Arboreto.

Abbiamo deciso di aderire a di portare questa disciplina sul nostro territorio, sia perché pensiamo che questa disciplina sia particolarmente interessante e meriti di essere più conosciuta, sia perché pensiamo sia un utile strumento per far conoscere il nostro territorio agli e alle amanti del geocaching, per noi una forma di turismo responsabile.

Ma che cos’è il geocaching?
Come ci spiega Wikipedia il geocaching è:

“un tipo di caccia al tesoro che nasce nel 2000, in cui i partecipanti, detti geocacher, usano un ricevitore GPS per nascondere o trovare dei contenitori di differenti tipi e dimensioni. Questi contenitori sono chiamati geocache o più semplicemente cache. Un cache può avere svariate dimensioni o essere di vari tipi, ad esempio può essere un contenitore da frigorifero. All’interno del cache si deve trovare sempre almeno un logbook, ossia un piccolo blocco note sul quale il geocacher lascia un segno del passaggio sotto forma di firma o anche di un commento. Solitamente, oltre al logbook, si trovano anche oggetti di scarso valore (piccoli giocattoli, gadget, monetine, ecc), qualche volta anche una macchina fotografica usa e getta che viene utilizzata per scattarsi una fotografia ricordo.”

Cosa fare per partecipare?
Per cominciare ad essere un geocacher e scoprire anche la geocache al Pilastro potete iscrivervi al sito www.geocaching.com per visualizzare la posizione esatta della scatola dai noi posizionata presso il Parco Arboreto e cominciare la vostra caccia al tesoro. Inoltre per chi utilizza un dispositivo Android, consigliamo di scaricare l’app gratuita “c:geo” per poter cerare le geocache nei dintorni. Per chi dispone di un dispositivo IOS è disponibile soltanto l’app ufficiale Geocaching che però agli utenti con l’iscrizione base consente di cercare solo le geocache più facili, ma non preoccupatevi perché la cache del Pilastro rientra tra queste.

Geocacher siete da oggi benvenuti e benvenute al Pilastro!

Andrea Moreschini al posizionamento della geocache al Parco Arboreto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *